it
venerdì, Dicembre 2, 2022
Altri SportGiro d’Italia 2021: Amore Infinito Per Una Maglia Rosa

Giro d’Italia 2021: Amore Infinito Per Una Maglia Rosa

L’anno scorso abbiamo assistito a un Giro completamente diverso, a causa della pandemia, del suo svolgimento in ottobre e – naturalmente – di quello che è successo durante. Ricordiamo subito, nella seconda settimana che Mitchelton Scott e Jumbo Visma si erano ritirati a causa del coronavirus, Gerent Thomas (Ineos) è stato messo fuori combattimento da un … eremita, mentre Vilko Kelderman (Sunweb) non ha risposto ai momenti critici. È così che siamo arrivati ​​al duello tra Jay Hindley (DSM, ex Sunweb) e Theo Geigen Hart (Ineos) nell’ultima cronometro di Milano.

Entrambi hanno iniziato nello stesso identico momento, tuttavia il ciclista britannico ha preso la maglia rosa con una differenza di 39 secondi e Ineos ha festeggiato un primo inaspettato ed evolutivo. Ovviamente è impossibile non citare l’ottimo Joao Almeida (Decuenick Quick Step). Il giovane portoghese ha mantenuto la leadership del generale per 15 giorni, perdendola contro Stelvio. Quest’anno sarà di nuovo presente, insieme a Remko Evenpul, l’altro bambino prodigio della squadra belga, che debutta nel Gran Turno.

In totale, i ciclisti percorreranno 3.450,4 chilometri (47.000 di altitudine), attraversando 13 regioni e si troveranno in tre paesi (Italia, Slovenia, Svizzera). In sintesi il percorso prevede: 7 tappe di montagna (6 °, 12 °, 14 °, 16 °, 17 °, 19 °, 20 °), 2 tappe con percorsi sterrati (9 °, 11 °), 2 tappe di cronometraggio individuale di soli 38 chilometri (1 °, 21 °) e diverse opportunità per i velocisti. Tra le tappe di montagna, incontriamo il mitico Zonkolan (14 °), che offrirà campo d’azione agli alpinisti anche se saliranno la via più percorribile. Il “tappone” della manifestazione è il 16 con il passaggio di tre colossi delle Dolomiti (Pordoi, Jau, Fendaia) e l’arrivo a Cortina d’Ampezzo.

Prima dei due precedenti, precederà il difficile passaggio attraverso gli Appennini (12 °), nella prima prova molto forte per i ciclisti in generale. La terza settimana giudicherà tutto e ovviamente è la più difficile di tutte. Dopo la seconda sosta, seguono l’arrivo in salita di Sega Di Ala (17 °), ultima tappa per i velocisti sopravvissuti a Strandella (18 °) e i duelli decisivi nell’arrivo in salita di Alpe Di Mera (19 °) e Alpe Motta (20ο). Due tappe “ravvicinate”, con salite impegnative e dislivelli superiori ai 2.000 metri!

I personaggi

Qualli sono I favoriti? La risposta e’ semplice ma anche lunga. Egan Bernal (Ineos), Mikel Landa (Bahrain Victorius), Simon Gates (Team BikeExchange), Jay Hidley (DSM), Alexander Vlasov (Astana-Premier Tech), Emmanuel Buhmann (Bora-Hansgrohe), Jismo Mark Soler (Movistar). Nessuno può cancellare anzi Vincenzo Nibali (Trek Segafredo). Anche se lo “squalo messinese” viene da infortunio e preparazione frettolosa. Inoltre, nel gruppo ci sono i nomi dei più capaci in questi campi Domenico Potsovivo (Qhubeka Assos), Hugh Carty (EF Education Nippo), Da Martin (Israel Start Up Nation), Peyo Bilbao (Bahrain Victorius) e Davide U Formo.

Il debutto di Remko Evenpool (Deceuninck-QuickStep) merita una menzione speciale. Il bambino prodigio del ciclismo belga, è il più straordinario tuttofare che partecipa al 104 ° Round d’Italia, raccogliendo molti occhi su di lui. È interessante vedere come risponderà ai percorsi più impegnativi della sua carriera. Infine, nei velocisti e nella battaglia per il lupo ciclamino, incontriamo Elias Viviani (Cofidis), Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), Dylan Hrunewegen (Jumbo-Visma), Caleb Yuan (Lotto Soudal), Tim Merlier-F (, Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) e Giacomo Nitsolo (Qhubeka Assos). Ci sono molte domande in questo elenco.

Le squadre

Ineos è un “clic” avanti. La squadra britannica ha una squadra forte per supportare Egan Bernal. L’Astana manda in prima linea Alexander Vlasov, abile salita della nuova generazione, che ha davanti a sé la sfida più grande della sua carriera. Simon Gates (Bike Exchange) è in buone condizioni, sulla base dell’immagine che abbiamo visto durante la preparazione. Il duo giovanile di Deceuninck Quick Step Remko Evenpen-Joao Almeida raccoglie molti look. Nella battaglia per la maglia rosa e il podio sono inclusi i nomi di Mikel Landa (Bahrain Victorius) e Davide Formolo (UAE).

Magliette

  • Rosa (pioniere generale) / Maglia Rosa
  • Viola (maglia a punti) / Maglia Ciclamino
  • Azzurro (maglia dei monti) / Maglia Azzurra
  • Bianchi (miglior giovane, Under 25) / Maglia Bianca

Squadre

  • AG2R Citroën (Francia)
  • Astana Premier Tech (Kazakistan)
  • Bahrain Victorious (Bahrain)
  • Bora Hansgrohe (Germania)
  • Cofidis (Francia)
  • Deceuninck QuickStep (Belgio)
  • EF Education Nippo (America)
  • Groupama FDJ (Francia)
  • Ineos Grenadiers (Regno Unito)
  • Intermarché Wanty Gobert (Belgio)
  • Israel Start Up Nation (Israele)
  • Jumbo Visma (Paesi Bassi)
  • Lotto Soudal (Belgio)
  • Movistar Team (Spagna)
  • Team BikeExchange (Australia)
  • DSM (Germania)
  • Team Qhubeka Assos (Sud Africa)
  • Trek Segafredo (USA)
  • UAE Team Emirates (Emirati Arabi Uniti)

Latest News

Related news